Niente polemiche e tanto lavoro

Christian Maggio esempio e leader

Niente polemiche
Christian Maggio conquista il penalty nel corso del match con l’Udinese vinto dal Napoli: il 35enne è stato il migliore in campo (AGNFOTO)

Il personaggio. Leader silenzioso dello spogliatoio azzurro, l’ex blucerchiato rappresenta una garanzia per mister Sarri

Non ha mai fatto polemiche quando non ha giocato e si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa: Christian Maggio è certamente un esempio di grande professionalità. Nato a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza l’11 febbraio 1982, arrivò a Napoli dalla Sampdoria nel 2008 e conquistò anche la nazionale con la quale esordì il 19 novembre 2008 in una partita amichevole contro la Grecia (1-1), ad Atene, entrando in campo nel secondo tempo al posto di Camoranesi. Con la nazionale ha partecipato ai Mondiali in Sudafrica nel 2010 ed agli Europei in Polonia ed Ucraina nel 2012. In totale sono 34 le gare disputate con la maglia dell’Italia. Nel Napoli è stato uno dei punti di riferimento fino al 2015, cioè fino a quando Maurizio Sarri ha deciso di fare altre scelte, forse anche per via dell’età del giocatore. Negli ultimi due campionati ha collezionato appena 15 presenze, ma ha sempre accettato le scelte del tecnico senza mai fare polemiche. Quest’anno, dopo il grave infortunio di Ghoulam, Sarri ha deciso di dargli fiducia e il giocatore sta disputando delle prestazioni positive sia in campionato che in Champions League. Con gli azzurri ha vinto due volte la Coppa Italia (2012 e 2014) ed una volta la Supercoppa(2014). Con la maglia del Napoli ha messo a segno 20 reti. E’ un punto di riferimento per i compagni, vista la sua esperienza. Sicuramente in questa stagione il suo apporto potrà essere molto importante. Dopo l’infortunio di Ghoulam che tornerà a disposizione non prima del mese di marzo, Sarri ha spostato Hysaj a sinistra, dando spazio a Maggio sulla corsia destra, senza dimenticare che come terzino di fascia c’è anche Mario Rui. In pratica, ci sono alcune alternative che Sarri dovrà utilizzare nel migliore dei modi. Il campionato è più equilibrato rispetto agli altri anni per cui sarà necessario l’apporto di tutti, soprattutto da parte dei calciatori di maggiore esperienza che possono dare una mano ai giovani nei periodi di difficoltà e Maggio è sicuramente un giocatore importante anche all’interno dello spogliatoio.

Napoli-Juventus alle origini della rivalità