Il Napoli non vuole mollare

Serie A.  Dopo il KO con la Roma, gli azzurri proveranno a vincerle tutte senza fare conti

Il Napoli sta producendo, anche nella partita contro la Roma lo ha fatto, il massimo sforzo. Serata sfortunata sabato sera al San Paolo. Con qualche errore, ma con tanto impegno e buona qualità di gioco, come sempre in questa stagione. Una stagione tirata, con un ritmo ed una media punta da super squadra. L’organico del Napoli non è da top club. Ed è una buona rosa, con tante buone individualità, ma non è un gruppo pieno di fuoriclasse condannato alla vittoria finale altrimenti è un fallimento. Tutt’altro. Il Napoli questo può dare, anzi sta dando molto di più delle sue pur notevoli potenzialità. Un passo falso, dopo dieci vittorie di fila, tra l’altro immeritato, in una gara dove tutto ha girato nel verso sbagliato può starci.

Quello che invece non dovrebbe accadere, ma invece accade sempre nel nostro campionato, è quello che determina i risultati di molte partite della Juventus. La squadra bianconera ha il miglior organico del torneo. Non esprime un calcio brillante, ma molto efficace. In questo campionato ha sbagliato poco. Come il Napoli. Quando però sbaglia il Napoli, giustamente paga. Quando gli errori li commette la squadra di Allegri arriva, come sempre da decenni ormai, puntuale l’aiuto arbitrale. Cagliari, Firenze e Roma con la Lazio sono tre trasferte da nove punti. Bottino pieno ottenuto grazie anche a tre rigori non concessi alle avversaria.

Ora non diciamo che la Juventus le perdeva, forse una la vinceva anche con il rigore contro, ma forse due le pareggiava e quindi ora si ritrovava in classifica con quattro pesanti punti in meno. Una polemica che ascolteremo poco. Il club piemontese è potente ed i media nazionali non toccano mai in maniera approfondita questo tema. Il Napoli deve superare se stesso e questo enorme scoglio appena descritto per provare fino alla fine a tenere viva la speranza di potere realizzare quello che sarebbe un autentico miracolo sportivo.