Una rotonda allo sbaraglio

Fino a pochi anni la rotonda che collega via Alessandro Manzoni con via Michelangelo da Caravaggio era sotto l’occhio vigile dei semafori. Ogni giorno si formavano file chilometriche di macchine, in particolare durante gli orari di punta quando il viavai delle vetture era più intenso. Anche l’apertura e la chiusura delle scuole presenti in zona (il liceo scientifico statale Tito Lucrezio Caro, la scuola media Nevio e la scuola elementare Cinquegrana), contribuivano a rendere l’attesa un vero inferno. In seguito, con l’intenzione di migliorare lo scorrimento del traffico, i semafori sono diventati lampeggianti ed è stata introdotta una rotonda.

Purtroppo persiste una pessima viabilità, dovuta all’inciviltà di alcune persone che costantemente sostano la propria auto, o veicolo su due ruote, nel bel mezzo dell’incrocio senza curarsi delle conseguenze. Al transito dei pullman, i conducenti sono costretti a fare innumerevoli manovre, forti disagi anche al passaggio delle ambulanze in servizio. Con estrema leggerezza viene quotidianamente violato il rispetto delle norme stradali, e di rado si intravedono gli ausiliari del traffico che invece sarebbero indispensabili per sorvegliare e ristabilire l’ordine. Purtroppo senza controlli costanti, i “ribelli della strada” continueranno ad infrangere le buone regole.
Multe e sistemi di videosorveglianza potrebbero migliorare l’attuale situazione, generando nei trasgressori maggiore attenzione alla guida e più considerazione anche nei confronti degli altri automobilisti.