universiadi 2019, napoli

Universiadi 2019, problemi  a causa dell’organizzazione

L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo. Seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza e numero di partecipanti, l’universiade è ritenuta un festival di sport e cultura internazionale dal gran richiamo.

Le prossime Universiadi sono previste nel 2019 a Napoli, ma si stanno incontrando numerosi problemi relativi all’organizzazione. La città di  Napoli è diventata paese ospitante dopo la rinuncia di Brasilia; con solo due anni e mezzo di tempo (rispetto ai canonici 5) i problemi relativi  alla preparazione stanno diventando allarmanti. Ieri, intanto, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha dichiarato attraverso il sito istituzionale della Regione Campania: «Siamo pienamente impegnati nel dare il nostro contributo. La struttura commissariale serviva e serve per accelerare le procedure avviate. Tempi e procedure restano le priorità. Saremo vicini al commissario e, come abbiamo sempre fatto, manteniamo ogni forma di collaborazione utile per concludere il percorso che porterà Napoli e la Campania alle Universiadi».  Nonostante le parole del presidente della Regione Campania sembrino confortanti, pare non si sia trovato un vero punto di accordo con il sindaco de Magistris, e che la kermesse sportiva si stia lentamente spostando verso Salerno.

Infatti, il processo di salernizzazione è palese: il villaggio olimpico sulle navi da crociera nel porto di Napoli si è già spostato, per un terzo, al campus di Fisciano. Il calcio ha come stadio principale l’Arechi di Salerno, mentre la scherma è  prevista a Baronissi. Infine, visti i ritardi sulla ristrutturazione del PalaVesuvio,  per la ginnastica c’è l’alternativa PalaSele di Eboli che già ospita e ha ospitato diverse manifestazioni sportive indoor internazionali. Se la città di Napoli non vuole perdere l’occasione di ospitare la prestigiosa manifestazione internazionale deve fare qualcosa in più. I rapporti non idilliaci tra regione Campania e comune di Napoli possono essere un deterrente, ma per il bene della città partenopea si spera si possa trovare un giusto accordo tra le parti.