Napoli Chievo. Milik e Diawara mantengono vivo il sogno del Napoli

Sembrava che il Napoli non avesse ricambi. E che la Juve, al contrario, vincesse le partite nel momento della stanchezza del finale di stagione proprio grazie ai cambi, come Cuadrado e Douglas Costa. E invece, il ritorno di Milik e la freschezza dei ricambi Diawara, Zielinski, Rog e Tonelli possono tenere a galla il sogno del Napoli. Un Napoli che col Chievo ha dimostrato che non si vince in un solo modo e che qualche volta c’è bisogno di mettere in campo più la grinta che gli schemi tattici.

Quella maturata nei minuti finali al San Paolo con i gialloblù, con reti di Milik e Diawara, è una vittoria di cuore, una di quelle a cui ci aveva abituato il Napoli di Mazzarri qualche anno fa. Oggi il Napoli gioca molto meglio rispetto a quella formazione in cui c’erano i vari Lavezzi e Cavani, e se riuscisse a trovare, nei momenti decisivi, la determinazione giusta, allora sarebbe al pari con la Juventus. Che ha più campioni e giocatori esperti in rosa e quindi vince anche senza giocare bene e sa bene che adesso conta solo portare a casa i tre punti. Sia la Juve che il Napoli sono stanchi.

Quindi possono perdere punti con le avversarie che si troveranno di fronte nelle prossime gare di campionato. Certo, i valori in campo sono importanti, ma in questa fase finale del torneo conta molto di più la determinazione, la grinta, la voglia di vincere. Non a caso il Benevento ha messo in crisi la Juve, salvata da due rigori discutibili. La speranza del Napoli è vincerle tutte compreso lo scontro diretto e sperare che la Juve non riceva in ogni gara “favori” nei momenti di difficoltà