Il Napoli ha finito la benzina: 0-0 col Milan

Calcio Napoli. Al Meazza gli azzurri non vanno oltre il pareggio. Decisiva la parata del numero uno rossonero su Milik al 92°

Ci ha provato fino alla fine anche a Milano il Napoli, ma non è riuscito a trovare una vittoria che avrebbe meritato per volontà e determinazione. C’è stato tutto dal punto di vista dell’impegno e poco dal punto di vista del gioco. Il Napoli è in una fase della stagione di scarsa brillantezza e pure quando gestisce la partita non riesce ad essere pericoloso come fino a un mese fa. L’avversario non va mai sottovalutato e il Milan ha fatto tutto quello che è attualmente nelle sue possibilità.

Facile ipotizzare, però, che il Napoli brillante delle dieci vittorie di fila avrebbe trovato la giusta lucidità per piazzare le giocate vincenti. Al Meazza, in realtà, di palle gol il Napoli non è stato quasi in grado di produrne. Qualcosina nel primo tempo con Mertens e Insigne, qualcosa a inizio ripresa e poi solo la clamorosa palla gol finale di Milik. Una giocata, quella prodotta al 92’ da Maggio, Insigne e Milik, che avrebbe potuto regalare il successo. Donnarumma, però, ha parato da grande portiere e Milik, pur bravo nel controllo e nel tiro, non ha avuto la necessaria lucidità per rendere la conclusione da posizione molto favorevole, imparabile. La grande stagione del Napoli (78 punti dopo 32 giornate, considerando il valore dell’organico a disposizione di Sarri, sono un punteggio straordinario) deve essere portata avanti fino all’ultima giornata.

Prima della sfida di domenica prossima a Torino con la Juventus, partita che potrebbe incredibilmente riaprire un campionato che sembra destinato a finire come negli ultimi sei anni, il Napoli mercoledì ha l’obbligo di provare a restare più possibile in scìa alla Juventus battendo l’Udinese al San Paolo. Per la gara con i friuliani, sarà necessaria, vista la condizione non ottimale di molti titolari, una mini rotazione che potrebbe portare in campo dal primo minuto, uno tra Chiriches e Tonelli per la squalifica di Koulibaly, probabilmente qualche cambio a centrocampo e Milik dal primo minuto in avanti.