Napoli-Udinese 4-2: gli insensibili di Sarri riaprono la lotta scudetto

napoli-udinese
Napoli-Udinese 4-2 | 18 aprile 2018

Napoli-Udinese. Gli azzurri non muoiono mai, anzi resuscitano un campionato che ormai sembrava finito.

Partita paradossale per i partenopei che, nel primo tempo riescono ad arrivare alla conclusione prima con Hamsik ,poi con Insigne, ma Bizarri disinnesca le conclusioni dei due giocatori azzurri.

Dal nulla sugli sviluppi di un contropiede la rete di Jankto su sospetto fuorigioco. Il Napoli trova il pareggio nei minuti di recupero del primo tempo con Insigne che manda al bar Nuytinck. Dopo i primi 45 minuti è pareggio.  Nel secondo tempo un errore di Hamsik permette a Zampano di crossare al centro dell’area partenopea e Inglesson di piatto insacca.
Il Napoli non ci sta, ci crede e fa bene. Il torero spagnolo Albiol fa 2-2 su una precisa parabola di Callejon su calcio d’angolo. Gli azzurri sono vivi ed al minuto 70’ Milik appoggia in rete su una respinta sbilenca di Bizzarri su un tiro ad incrociare del solito Callejon. Chiude le ostilià  la zuccata di Tonelli cinque minuti dopo su calcio d’angolo. Il Napoli vince e, in virtù del pareggio della Juventus con il Crotone (per 1-1), si trova a -4 dalla capolista e con uno scontro diretto da giocare domenica dal sapore dolcissimo dell’impresa epica.