Mazzoleni incubo dei tifosi: da Pechino a Fiorentina-Napoli

Paolo Silvio Mazzoleni: è lui l’arbitro designato per Fiorentina Napoli, della sezione di Bergamo.

Mazzoleni è ben conosciuto dai tifosi partenopei. Infatti, è l’arbitro della finale di Supercoppa italiana di Pechino, dove, come tutti gli sportivi ricordano, molte furono le sviste arbitrali da parte del direttore di gara, tutte a favore dei bianconeri che alla fine vinsero contro un Napoli ingiustamente ridotto in 9 uomini.

Ma di Mazzoleni si ricordano anche tanti altri errori: nel 2010 negò un rigore agli azzurri, contro il Cagliari per un fallo su Bogliancino; bazzecole in confronto al Parma-Napoli dell’ottobre 2011, in cui l’Antiquario non sanzionò col rigore il fallo subìto da Lavezzi in area, dimenticò di espellere per doppio giallo il parmense Biabiany, e il match finì 2 a 1 per gli emiliani.

Infine, il 7 aprile 2012, sull’1 a 1 con la Lazio, Mazzoleni non vide un fallo da rigore su Pandev e annullò una rete ad Hamsik per fuorigioco fantasma di Cavani: finì 3 a 1 per i laziali, anche se in quella occasione persino i più accaniti sostenitori del Napoli, ammisero che la colpa della sconfitta fu più della loro squadra frollata che dell’arbitro distratto.

Ma già un anno prima, in un Napoli-Brescia al San Paolo, Mazzoleni aveva dato il meglio di sé in quattro mosse: 1) non si era accorto di un tiro di tacco di Cavani che aveva superato la linea della porta avversaria; 2) aveva annullato un altro gol al Napoli per un fuorigioco inesistente; 3) non aveva fischiato un plateale fallo in area su Mascara; 4) aveva espulso (ma questa è una diffusa tradizione arbitrale) il solito Mazzarri.

Domani a Firenze speriamo in una buona prova del Signor Mazzoleni, che avrà il mezzo tecnologico da poter consultare in caso di dubbio, per una partita che vale l’intera stagione.