Napoli: non c’è due senza tre… a volte!

napoli, sampdoria-napoli, serie a

Per la terza volta su tre in campionato, il Napoli si è trovato a dover recuperare il risultato, ma dopo esserci riuscito per due volte, si è dovuto arrendere alla Samp

Un Napoli che incassa troppi gol, ben 6 in sole 3 partite, dato non preoccupante fin quando, come accaduto nelle prime 2 partite, il Napoli riesce a ribaltare il risultato conquistando i 3 punti. Non c’è due senza tre, a volte, infatti al Napoli non riesce la terza rimonta consecutiva e deve arrendersi alla Sampdoria di Gianpaolo. Una doppietta di Defrel nel primo tempo, porta il risultato sul 2-0 all’intervallo con un Napoli non pervenuto, forse colpa anche delle assenze per scelta tecnica di Callejon e Hamsik. Nella ripresa Ancelotti cambia subito lo spento Insigne per Mertens e fa accomodare anche Verdi per Ounas. La squadra cambia volto e si rivede per 20 minuti, un Napoli aggressivo che fa ben sperare, dato le due precedenti partite, però questa volta non trova il gol e a 15 minuti dalla fine, un bellissimo gol con altrettanto gesto tecnico dell’ex Quagliarella, mette il sigillo alla partita. 3-0 il risultato finale, duro stop per un Napoli che non ha ancora l’impronta di Ancelotti, ma che ha bisogno anche di questi duri colpi, per crescere definitivamente, con la sosta si proverà a resettare la mente dimenticando subito questa sconfitta. Bisogna ripartire subito chi è al vertice della classifica non aspetta, quindi che si volti pagina si riprenda a vincere con continuità per ambire a qualche traguardo importante.