Napoli – Psg, le pagelle della supertifosa

champions, napoli -psg, san paolo

Pagelle???

Non so se sono volati più fruttini o ktm. Forse erano pari. Siamo entrati in campo con le facce spavalde, ma si vedeva che ce la stavamo facendo addosso. Il Psg ha iniziato a dominarci, poi ci siamo ribellati, ricordandoci che non possiamo farci appoggiare la ndoscia in testa da chi non sa cosa è un bidet.

Il goal al 45+1+15 quando già eravamo con la testa negli spogliatoi, ma il culo ancora in area, in bella mostra. Durante l’intervallo De Laurentiis ha telefonato negli spogliatoi: “Carle’, se nun ve scetate la prossima divisa ve la faccio fare dallo stesso stilista di mio figlio”. I giocatori sono entrati in campo più incazzati di Ken il guerriero. La porta di Buffon, però, sembrava stregata. Il pallone nun voleva proprio trasi. Complici i difensori francesi, che si buttavano su tutti i palloni, come se fossero rigatoni co ragù.

Ospina: in porta nun tenimme cchiu mister Muscolo, ma o uaglione combatte lo stesso lo sporco ostinato con le scarpette rosa e i guanti della Vileda. Voto 6,5
Maksimovich/Hysaj: un asse che risolve definitivamente ogni tensione storico, sociale, culturale, tra le due etnie. Un fluido passaggio serbo/albanese che dimostra al mondo che esiste una sola razza: chella bbona. Voto 7 a entrambi
Albiol: continua lo strano percorso del nostro centrale. È come un vincolo matrimoniale: certo, tranquillo, fino a che nun se fanne strunzate e volano jastemme davanti agli avvocati. Sul tiro di Bernat, arò stive? Stive cu chella? Voto 6,5
KK: immenso. Implacabile. Immortale. Ieri molte prestazioni sessuali sono state all’insegna del “amò… ma quale finesse francese? stracciami le mutande, accussi come KK ha strappato il pallone a Mbappè”. Cu na precisione accussì chirurgica ed indolore, che l’attaccante francese, ha controllato che il nostro centrale non lo avesse pure castrato. Voto 8,5
Mario Rui: in fase difensiva, ci metti qualche volta lo zampino, ma in fase di attacco ci accorgiamo che devi passare a fare convergenza e riequilibratura. Voto 6
Ruiz: hai giocato bene. sempre al posto giusto, al momento giusto. Il problema è che sei ancora troppo perfettino: nu brave uaglione, ma a centrocampo abbiamo bisogno di qualcuno che tira qualche capate o qualche Abem agli avversari, piglia lezioni da Allan ed Insigne e stai a post. Voto 6,5
Zielinski: sei come il K-way. Nu poc inconsistente, sia d’estate quando fa nu cavere e pazz, sia d’inverno, quando nonostante o cappuccio, te nfunn comme e nu purpetiell. Voto 6
Hamsik: prestazione matura, tieni insieme i reparti, accussi comme i maestri tenen in fila e uagliune quando li portano in gita. Non ne perde nisciun, anche se all’inizio fa andare troppo annanz i piccoletti. Voto 6
Allan: non la chiamiamo più zona centrocampo. Ora è zona Allan, e De Laurentiis e il Comune nun se appiccicano chiu su chi spetta la manutenzione. Voto 7,5
Callejon: ok… lo ammetto… è il mio giocatore preferito. È ovunque. Penetra in ogni cosa. Come la polvere sui mobili di casa. Come la fetta di provola miez a parmigiana di mulignane. Come la schiumetta sul caffè fatto bene. in questa partita riesce a penetrare pure meglio di KK… ed è quanto dire… Buffon e Thiago Silva, hanno imparato da soli il detto napoletano: “Liett stritt, cocct mmiez”. Voto 7,5
Insigne: all’inizio dell’incontro, stev ancora tutte stupitiate per l’urlo The Champions del San Paolo e non riusciva ad avvicinarsi all’area avversaria. Poi qualcosa è successo. Un click, come quando si spilano le orecchie, ed è stato mostruoso. Ha fatt pure o capuzziell cu Mertens per tirare il calcio di punizione. E sembrava uno scontro tra Titani. Nessun dubbio su chi dovesse tirare il calcio di rigore, perchè il belga non riesce ancora a pronunciare bene la frase: “Apare purtiè”. Voto 7
Mertens: azioni lucide, passaggi precisi. Per due volte vorresti scaricare il bidone di spazzatura che tieni al posto del cuore, ma Buffon ha tenuto il cancello della discarica abusiva bella serrata. L’infortunio ha imposto la tua uscita dal campo. Inevitabile: visto le dimensioni da micrognomo, spalla e piede sono tutt’uno. Voto 6,5