Napoli, “Il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione”: l’incontro-dibattito per dire “no” alla violenza

Contro la violenza: il calcio come momento di pace

“Contro la violenza: il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione”. Sarà questo il tema del dibattito in programma mercoledì 23 gennaio alle ore 17:30 presso il Caffè e Bistrot Letterario ‘Il tempo del vino e delle rose’ in piazza Dante a Napoli. L’evento sarà trasmesso live, dalle ore 18, sulla pagina Facebook di Radio No Frontiere nel corso di ‘Speciale Sottoporta show’. L’iniziativa è promossa da Radio No Frontiere con la collaborazione del giornalista Paolo Trapani. In conduzione oltre a Federico Mancini, direttore artistico Radio No Frontiere, ci saranno Ciro Gaipa e Maria Villani.

-ADV-

Il programma “Contro la violenza: il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione” sarà diviso in due parti. Nella prima saranno ospiti: Ferruccio Fiorito, avvocato e giornalista, Gennaro De Crescenzo, presidente Associazione ‘Neoborbonica’, Paolo Trapani, autore del libro ‘Napoli la Città del Calcio’. Nella seconda parte oltre a Paolo Trapani, saranno presenti Alfonso Longobardi, consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Bilancio, e  Antonella Leardi, Presidente Associazione ‘Ciro Vive’. Proprio l’Associazione ‘Ciro Vive’ guidata da Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito, da quattro anni è divenuta a Napoli un punto di riferimento sul tema del “No” alla violenza legata al calcio ed alle manifestazioni sportive. Dopo la tragedia del giugno 2014, quando il giovane tifoso azzurro morì in ospedale dopo 40 giorni di agonia, la Signora Leardi diede vita all’Associazione che svolge quotidiane attività di solidarietà, integrazione, volontariato ed aggregazione. Tutte nel segno della condivisione sociale e del “No” alla violenza.

- Pubblicità -
- ADV-