Libri, tornano le “strane coppie”. 5 incontri, a Napoli la prima tappa

Antonella Cilento - Strane Coppie 2019
Antonella Cilento

La rassega. Undicesima edizione per l’originale format lanciato dalla scrittrice Antonella Cilento

Ripartirà giovedì 24 gennaio da Napoli Strane Coppie, la rassegna culturale ideata e diretta dalla scrittrice napoletana Antonella Cilento giunta all’undicesimo anno di attività. La nuova edizione, titolata Costellazioni, si rinnova rispetto al percorso compiuto nel decennio trascorso. Dagli accostamenti per temi, confronti, suggestioni dei classici della lettura mondiale per “coppie” di autori che ha caratterizzato le edizioni passate all’esplorazione ora dei sistemi stellari che scrittori e scrittrici disegnano attraverso epoche e lingue diverse, generando immagini, idee, connessioni e influenze spesso ignote ai lettori. Strane Coppie 2019/Costellazioni mira allora a narrare la complessità attraverso un dialogo verticale nel tempo e nello spazio: ogni tema è riconsiderato in una prospettiva più ampia in grado di mettere in luce le “vene minerarie” che connettono tempi, vite e luoghi, di analizzarne i mutamenti, di cogliere l’anima mobile della letteratura, offrendo una comprensione diversa e pertanto più profonda al pubblico. Grandi autori contemporanei si confronteranno su temi di attualità attraverso le grandi costellazioni degli scrittori del passato.

-ADV-

Prenderanno parte alla rassegna: Giorgio Amitrano e Lisa Ginzburg, Melania G. Mazzucco e Giuseppe Merlino, Francesco Costa e Valeria Viganò, Laura Bosio e Giuseppe Montesano, Marta Morazzoni e Anna Toscano. Alla letteratura come di consueto si affiancheranno arte e cinema: ogni incontro sarà condotto dall’ideatrice Antonella Cilento e accompagnato da immagini e musiche a cura di Marco Alfano, da momenti di lettura dal vivo a cura di raffinati interpreti e dalla proiezione di spezzoni da film e della versione integrale del capolavoro di Zoltán Fábri del 1958, Édes Anna  ispirato al romanzo omonimo di Dezső Kosztolányi.

La manifestazione, realizzata grazie al contributo del Banco BPM prosegue per il secondo anno la collaborazione con l’Accademia d’Ungheria in Roma, con l’intento di diffondere nel nostro Paese la conoscenza delle grandi opere del panorama letterario ungherese.

Cinque gli incontri previsti nel periodo dal 24 gennaio al 23 maggio 2019 in tre diverse città: Napoli (giovedì 24 gennaio, giovedì 21 febbraio e giovedì 18 aprile), Roma (giovedì 7 marzo) e infine Milano per la tappa conclusiva di giovedì 23 maggio. Tema del primo appuntamento si Strane Coppie che, come anche per le altre date napoletane, si svolgerà alle 18 al Palazzo della Marina Militare, sarà la “Bellezza” affrontata   attraverso lo sguardo alle vite di alcuni artisti o alle vite delle loro opere nel continuo farsi e tramandarsi. Ottocento e Novecento in dialogo su vita e arte, estetica e moda con Il capolavoro sconosciuto di Honoré de Balzac, Storia di un quadro di Georges Perec, Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust, Secondo natura di Winfried Georg Sebald e L’opera di Émile Zola. Protagonisti dell’incontro il francesista Giuseppe Merlino e la nota scrittrice Melania Mazzucco. Le letture saranno affidate alle attrici Imma Villa e Marcella Vitiello. L’evento è gratuito e aperto e al pubblico.

- Pubblicità -
- ADV-